NOVARA : NELLA MIA CITTA’ NESSUNO E’ STRANIERO

PRESIDIO ANTIRAZZISTA E ANTIFASCISTA SABATO 21 MAGGIO

Novara -

La risposta al divieto imposto dalla Questura a Forza Nuova di manifestare contro l’immigrazione (e alla contro-manifestazione degli antifascisti novaresi convocata nello stesso giorno) è stato un presidio pacifico che ha raccolto numerosi antifascisti ed antirazzisti nel quartiere di S. Agabio, quartiere caratterizzato da una presenza multietnica, tra i più degradati ed inquinati di Novara e dove l’unica sicurezza che non viene garantita è quella sulla vita e sul futuro di tutti, sia immigrati che locali.

 

Con l’appuntamento di sabato abbiamo trasmesso il messaggio :

…nella mia città nessuno è straniero. Siamo tutti migranti e cittadini che vivono in questa città. Siamo convinti che la crisi e la guerra colpiscano indifferentemente tutti. Qualcuno più di altri soffre perché costretto a lasciare la sua casa e la sua terra per cercare una possibilità di sopravvivenza altrove, costoro sono nostri fratelli e sorelle e siamo qui oggi per riaffermare la nostra vicinanza a tutti. Insieme vorremmo creare dei momenti di incontro e solidarietà.

 

La riuscita della manifestazione - organizzata sotto la sigla “Antifascisti e antirazzisti novaresi”, tra i quali anche Usb di Novara – incoraggia a proseguire con l’ iniziativa per contrastare le risorgenze fasciste e percorrere la strada di una fattiva presenza nel quartiere e in città per praticare i valori di convivenza, accoglienza e di condivisione con chi cerca nel nostro Paese un futuro migliore, e nello stesso di difesa sociale, economica e culturale di tutti.

 

 

Coordinamento Provinciale USB Novara