15 NOVEMBRE GIORNATA DI MOBILITAZIONE NAZIONALE

NO ALLA FINAZIARIA,

NO AI TAGLI ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE,

NO AL DEBITO SULLE SPALLE DEI LAVORATORI!

 

Torino -

Nella giornata di mobilitazione nazionale a difesa dei beni comuni, alcune centinaia di lavoratori del Pubblico impiego hanno partecipato all’assemblea dell’USB, tenutasi presso la sala del Consiglio della Circoscrizione 3, nella quale sono state evidenziate le misure che ridurranno al lastrico i lavoratori sia Pubblici che Privati.

In questo contesto si è cercato di

·         sensibilizzare i cittadini con la stesura di un documento che spieghi le problematiche relative  ai tagli che dovrebbero ridurre la spesa  dello Stato per dare slancio all’economia italiana, naturalmente a scapito dei lavoratori, in particolare del personale precario ;

·         la mancanza di certezza nel futuro

·         indizione di un presidio sotto il Comune in una prossima riunione di consiglio comunale che darà il via alla raccolta firme per una petizione cittadina a difesa di tutto il comparto pubblico e privato  dei lavoratori;

I lavoratori si sono immediatamente resi conto della differenza tra il sindacato di base, che coinvolge i lavoratori e rende gli stessi  protagonisti dei propri obiettivi  a differenza della  Triplice, che, invece, mira a dividere  i lavoratori favorendo categorie o singoli gruppi, siglando vergognosamente accordi che non POSSONO essere resi pubblici per evidenti motivi o attuando accordi solo verbali.

I lavoratori hanno ormai imparato a loro spese il doppio gioco imposto da CGIL, CISL e UIL:

DAVANTI ALLE TELECAMERE TUTTI PRONTI A

DIFENDERE I DIRITTI DEI LAVORATORI DI RUOLO E PRECARI:

 NEL SILENZIO DELLE STANZE DEI BOTTONI

SOLO CAPACI A PUGNALARLI ALLE SPALLE ! ! !

USB chiama a raccolta le parti coinvolte – cittadini e lavoratori–  a partecipare alle iniziative che verranno decise nelle prossime settimane.

Ricordando che:     

 

CHI NON LOTTA HA GIA’ PERSO!

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni