BLOCCATI I MAGAZZINI LIDL A VOLPIANO

Torino -

 I lavoratori della ditta che gestisce la sicurezza nei supermercati della LIDL a Torino e provincia,  in lotta con USB da mesi, hanno indetto OGGI 29 MAGGIO 2017 il terzo sciopero consecutivo nel giro di pochi giorni.

 I lavoratori hanno manifestato con un riuscitissimo presidio che si è in breve tramutato in blocco dei TIR in uscita dal magazzino  LIDL di Volpiano. I lavoratori, dopo diversi incontri con la Securpolice, ditta che gestisce l’appalto, di fronte all’impossibilità di tutelare il loro diritto al lavoro, al salario, ai diritti minimi  e, in ultima analisi  in difesa della loro stessa dignità, hanno voluto rispondere oggi con un’azione forte per costringere la LIDL a prendersi la responsabilità insieme alla Securpolice.

 

Dopo tre ore di blocchi, la LIDL ha accusato il colpo e ha promesso di partecipare al tavolo della trattativa con USB ( insieme alla Securpolice ).

L’incontro è previsto per mercoledì 31 presso la sede USB TORINO.

 

I LAVORATORI GARANTISCONO:

“SE L’ACCORDO NON SI FA LOTTA DURA SARA’!!!”

 

A fine presidio  ha molto colpito l’entusiasmo di questi lavoratori, molti dei quali hanno voluto salutare e ringraziare con un applauso il gruppo di lavoratori della USB in partenza , CHE OGGI SONO ARRIVATI  APPOSTA  da Piacenza in macchina per solidarizzare con loro!!!

 

Secondo noi, queste sono le azioni da condurre a fondo con convinzione e coraggio: sono i lavoratori e le lavoratrici a chiederlo e USB è PRONTO A RISPONDERE, SEMPRE E SUL CAMPO!

 

 Schiavi mai !!!

 

Federazione USB Torino

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni