Elezioni alla Kuehne Nagel di Torino

USB conferma l'RSU/RLS

Torino -

Il 7 / 8 Novembre si sono svolte le elezioni della RSU / RLS alla Kuehne Nagel di Torino, AZIENDA DI CIRCA 450 DIPENDENTI DI CUI 380 OPERAI E 70 IMPIEGATI.

Le operazioni di voto hanno visto la partecipazione di 330 operai e 64 impiegati che così hanno votato:


FISMIC 100 Voti nel seggio operai e 125 nel seggio unico ( RLS ) seguiti dalla Fiom e dalla USB praticamente alla pari: 72 voti Fiom e 71 USB nel seggio operai, mentre nel seggio unico ( RLS ) hanno preso 76 VOTI sia la Fiom che la USB.

A seguire la Fim e la Uilm. Nel seggio impiegati ha confermato il seggio la Uilm con l'elezione del proprio candidato.


Il risultato pratico delle elezioni e la composizione del consiglio di fabbrica è dunque il seguente:


2 RSU alla Fismic – 1 alla Fiom – 1 alla USB – 1 alla Uilm ( impiegato ) 1 alla Fim ( quota riservata ). Inoltre i firmatari di contratto avranno due delegati aggiunti ( i cosiddetti esperti ) nominati dalle proprie organizzazioni, mentre tale diritto ( o privilegio ) non sarà riconosciuto alla USB.


RISULTATO? In FABBRICA CI SARANNO 13 DELEGATI APPARTENENTI ALLE ALTRE OOSS E – 1 - SOLO ALLA USB.


Il risultato per la USB era fortemente a rischio in quanto in questa azienda, terziarizzata IVECO ma fisicamente ubicata nel comprensorio Iveco e New Holland, sia la dirigenza che i sindacati complici hanno usato lo spauracchio della crisi. Secondo loro chi ha un lavoro, non fa cassa integrazione, prende lo stipendio pieno tutti i mesi, deve tutto sommato ringraziare il padrone leccandogli la mano. Se poi tutto intorno crolla il mondo... chi se ne frega!!! Anche a costo di chiudere gli occhi sulle inevitabili, nefaste ricadute sulla testa di tutti ! Meglio non dar ascolto a chi come noi fa incazzare i padroni, costringendoli, poverini a chiudere e andare a produrre dove non ci sono rompiballe. ( Tutto ciò che ha combinato MARCHIONNE non insegna proprio nulla a nessuno? ) Fortunatamente non tutti i lavoratori si sono fatti irretire e chi ha voluto votarci lo ha fatto senza ricevere false promesse in cambio del voto o inviti a cena collettivi pagati da chissà chi.

( E' successo anche questo ) Siamo fieri del fatto che per schierarsi nella nostra lista occorre il coraggio di metterci la faccia e gli attributi per sostenere le pressioni che invariabilmente la direzione ha posto in essere.

Per questo siamo orgogliosi dei nostri candidati, dei nostri scrutatori e dei nostri elettori che non hanno avuto esitazioni nel partecipare a queste elezioni permettendo alla USB di rimanere saldamente ancorata all'interno della RSU della Kuehne Nagel !


* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni