EMERGENZA DEMOCRAZIA!!! LA DIFFERENZA LA FAI ANCHE TU!

Torino -

L’Amministrazione, dopo il successo dell’assemblea USB di Novembre, ha provato a boicottare il nostro sindacato negando (cosa che non si era mai verificata prima, per lo meno in occasione delle votazioni RSU), l’Assemblea Sindacale che avevamo richiesto per il 24-02, al fine di presentare la lista ed aggiornarvi per quanto possibile su quanto sta per accadere ai“Servizi Educativi”.

Naturalmente USB ha reagito con forza ponendo l’amministrazione di fronte alla responsabilità di sottrarre uno spazio di democrazia, non solo alla nostra organizzazione, ma soprattutto ai lavoratori del comune di Torino, e quindi dopo una “appassionata” trattativa l’amministrazione ha cambiato idea ed ha concesso l’assemblea e’ evidente che il comune preferisce escludere dal contraddittorio coloro che rappresentano ad oggi una presenza scomoda e sempre più radicata. …Accettano come esistenti ed unici interlocutori i sindacati della triplice che congiunti o disgiunti, sono senz’altro meno scomodi perché complici e conniventi.

Certo che per loro siamo scomodi……

Ci battiamo con i lavoratori, chiedendo loro partecipazione per rappresentare e difendere diritti che ogni giorno vengono attaccati, orgogliosamente fuori da logiche clientelari, mai conniventi né con la politica ne’ con l’amministrazione.

Colleghe/i, il discorso iniziato a Novembre non è certo concluso!!!
Il Comune continua ad essere vago sul futuro della categoria e dei Servizi Educativi.
Le voci si susseguono incessanti, pare sempre più avvalorato il passaggio a 30 ore di insegnamento settimanale e 120 ore di monte ore annuale per le Insegnanti di Scuola Materna. Per Nidi e Materne si parla sempre più di esternalizzazione (anche se parziale) provvedimento che costa al Comune quanto e forse più dell’assunzione diretta ma comporta uno sfruttamento indegno del personale da parte delle Cooperative:
questo film l’abbiamo già   visto!!!
Gli assistenti educativi e gli addetti alle cucine sono ormai in maggioranza assunti da enti esterni al servizio comunale, lavorano quanto i loro colleghi, hanno gli stessi titoli ma percepiscono uno stipendio a dir poco indecente, non hanno gli stessi diritti e le stesse guarentigie.

Il Comune, unitamente ai rappresentanti sindacali CGL,CISL e UIL, sta rielaborando una ristrutturazione totale dei Servizi Educativi in quanto sostiene di non avere personale sufficiente per proseguire e di non poterne assumerne altro a causa del patto di  stabilità.
Si parla di appaltare parte dell’orario scolastico a servizi privati o coprire il pomeriggio con personale dei laboratori o di coprire 3 sezioni con 4 insegnanti ( quest’ultima ipotesi, a conti fatti è attuabile esclusivamente con orario spezzato ed escludendo completamente la       compresenza).
Insegnanti di Nidi, Materne, Laboratori non hanno alcuna certezza del proprio     futuro!!!

USB vi chiede di darci il vostro sostegno nelle votazioni RSU, per rafforzare sempre più le nostre ragioni e dare maggiore visibilità alla nostra categoria, fare la differenza nella contrattazione,  per continuare a rafforzare il sindacato che insieme ai lavoratori costruisce le piattaforme le presenta, le difende quotidianamente in ogni  modo.

USB Comune di Torino

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni