Nessuno sgombero dei rifugiati dell'ex Moi di Torino

Torino -

Nessuno sgombero dei rifugiati dell'ex Moi di Torino, ma soluzioni condivise che diano dignità ai rifugiati stessi.

Con questo orientamento la sindaca di Torino, Chiara Appendino, ha incontrato il Movimento Migranti e Rifugiati, che giorni fa aveva indirizzato una lettera alla sindaca, stamattina sul futuro dell'ex Moi.

Abbiamo rappresentato le ragioni della nostra lotta, che dura da anni, per condizioni abitative dignitose e per un inserimento socio lavorativo.

La sindaca si è impegnata a condividere con noi qualsiasi scelta riguardante il futuro delle palazzine abitate. Perché proprio il mancato coinvolgimento e il malaffare sono stati alla base del fallimento del Piano Emergenza Nord Africa.

Motivo per cui la partecipazione diretta e il protagonismo dei rifugiati diventano oggi imprescindibile. Presenti ad appoggiare la delegazione dei rifugiati abitanti dell'ex Moi c'erano l'USB Torino, il direttore della Pastorale migrante, l'Associazione Sesto Continente, Cammini di salute.

CasaLavoroReddito

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati