PER NON FARCI RUBARE IL FUTURO

Torino -

Ieri, 30 luglio, una piccola folla di lavoratori e attivisti USB si è raccolta innanzi ai cancelli della Kuene-Nagel di Torino per protestare, per l'ennesima volta, contro l'ingiusto licenziamento di Pino Larobina. La vicenda è nota ed è stata oggetto di molti altri articoli di questo sito. Ad essi, e all'intervista rilasciata da Pino a TvGudem, rimandiamo per ulteriori informazioni. Ci sono state altre volte, quindi, ma non s'era ancora visto uno schieramento di polizia così massiccio. Evidentemente - lo ha sottolineato anche Pino al megafono, con rabbia e sconforto - le tasse dei lavoratori più che a sostenere il well-fare in questo grave momento di crisi economica e sociale, servono a pagare la sicurezza dei padroni... La prossima volta chiameranno le forze armate? La manifestazione che, è bene sottolinearlo, non sarà l'ultima, ha avuto qualche momento di tensione quando un automobilista, forse solo esasperato dalla canicola (la temperatura era di oltre trenta gradi centigradi), ha tentato di forzare il blocco stradale messo in atto, per circa un quarto d'ora, dai manifestanti. Il breve reportage fotografico che segue si aggiunge agli altri già pubblicati per testimoniare i momenti salienti dell'evento, oltre alla solidarietà dei lavoratori e di questa organizzazione per il nostro compagno Pino Larobina.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni