Presidio a Torino contro Eurovision: si scrive grande evento, si legge sfruttamento. No alla propaganda di guerra dell’Unione Europea e della Nato

Torino -

Ora in presidio a Torino contro Eurovision: l’ennesimo grande evento volto a portare avanti un modello di città vetrina fondato sullo sfruttamento dei lavoratori e sulla speculazione e che, nel contesto di guerra in cui ci troviamo, viene usato dal governo e dalle istituzioni piemontesi per propagandare quell’ideologia guerrafondaia targata Unione Europea e Nato. 

Abbassare le armi, alzare salari e diritti! 

Federazione del Sociale USB

USB Piemonte

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati