Sabato 23 giugno 2018, manifestazione dei migranti, rifugiati e richiedenti asilo

Stazione di Porta Nuova, ore 15.00, Torino

Torino -

Siamo quelle donne e quegli uomini che attraversano il pianeta: decine di milioni di persone strappate alla loro terra e ai loro cari dalle scelte geopolitiche, economiche e ambientali dei potenti. Siamo costrette/i ogni giorno a combattere contro i reticolati di filo spinato e contro i muri fisici e ideologici, e costretti ad attraversare il mar Mediterraneo rischiando la nostra vita per sfuggire dalle guerre, ai soprusi, alle dittature e ai cambiamenti climatici.


Siamo le seconde generazioni che sono vittime di razzismo e discriminazione che ci emarginano a livello sociale.


Siamo i dannati della globalizzazione e delle politiche antisociali imposte dall’Unione Europea e dalla Banca centrale europea (BCE), che privano le persone del reddito, del lavoro e della casa, indipendentemente dalla provenienza geografica.


Siamo contro le politiche del governo Lega e 5 Stelle, che nega l’ingresso nei porti italiani ad una nave con 680 persone a bordo, mettendo a rischio la loro incolumità.


Siamo i compagni di lotta dell’ attivista sindacale MalianoSoumaila Sacko, ucciso a colpi di fucile, mentre combatteva contro la condizione di schiavitù dei migranti nel settore agricolo.

Usb Piemonte

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni