TORINO 3 AGOSTO: LA LOTTA NON VA IN FERIE!

Torino -

Ennesima azione di lotta oggi a Torino dei lavoratori dipendenti  Securpolice, azienda commissariata e sotto il controllo del Tribunale di Milano per infiltrazioni mafiose, titolare  degli appalti presso i magazzini LIDL di Torino e molte altre città sul territorio nazionale. I lavoratori con gli stipendi bloccati da mesi e con un futuro sempre più incerto continuano a lottare in modo esemplare per difendere i loro sacrosanti diritti. “Non vogliamo cedere al ricatto” affermano con orgoglio, “passare a tre euro e mezzo l’ora, dai cinque pur sempre miserabili percepiti sino ad oggi pur di lavorare, e firmando anche una esplicita rinuncia nei confronti della LIDL a rivendicare i diritti e il salario fino ad ora negati, è uno sporco ricatto! Piuttosto sarà lotta dura, lotteremo fino alla fine e se dovessero licenziarci… finirà che guadagneremo di più con l’eventuale NASPI”… Incredibile ma vero: conti alla mano questa è l’amara conclusione alla quale sono arrivati i lavoratori.  “Almeno potrò pagare l’affitto e non essere sfrattato” HA DETTO CON AMAREZZA UNO DEI LAVORATORI.
USB SARA’ A FIANCO DEI LAVORATORI: A TUTTO C’E’ UN LIMITE ! SCHIAVI MAI!!!

 
 USB Lavoro Privato Torino.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni