VIGILANZA ,PORTIERATO E CUSTODIA MUSEALE: CONTRATTO DELLA VERGOGNA

FIRMATO DA CGIL-CISL e CONFINDUSTRIA-LEGACOOP-CONFCOOPERATIVE-AGCI

 

Torino -

Inizia ad avere applicazione il vergognoso contratto siglato l'8/4/13 da CGIL E CISL, applicabile nel settore della vigilanza privata, del portierato e inoltre per tutta una serie di mansioni previste per il settore di custodia nei musei, negli eventi fieristici e non solo.

Molte cooperative operanti nel settore della custodia e della vigilanza (come la cooperativa REAR, già nota per i fatti del 30° e 31° Torino Film Festival), che applicano tuttora il contratto illegittimo siglato da U.N.C.I (Unione Nazionale Cooperative Italiane) e CONFSAL, applicheranno dal 1 gennaio 2014, il nuovo “CCNL CGIL per i dipendenti da Istituti e Imprese di vigilanza privata e servizi fiduciari”.

Perchè?

Per rispondere a questa domanda, facciamo un veloce passo indietro. I motivi per cui il CCNL U.N.C.I è stato più volte, da più sentenze del Tribunale del Lavoro, nonché dal Ministero del Lavoro, dichiarato illegittimo, sono dovuti a due ordini di fattori.

Innanzitutto è nella parte economica in palese violazione dell'art.36 della Costituzione, poiché applicando una paga di circa 5 euro lordi/ora, mutua dei primi 10 gg non pagata, assenza di 13 e 14 mensilità ecc ecc, non consente un'esistenza libera e dignitosa. Inoltre è stato sottoscritto solamente da U.N.C.I e dal sindacato Confsal, e dunque manca del carattere di “maggiore rappresentatività” che possiedono invece i CCNL firmati da CGIL-CISL-UIL.

L'applicazione del contratto U.N.C.I, grazie alle lotte dei lavoratori (e soprattutto delle lotte condotte in merito dall'USB) e grazie alle numerose cause giudiziarie a favore della causa sindacale è divenuta nel tempo un problema così grave per cui oggi tale contratto è nei fatti inapplicabile.

In soccorso di quelle cooperative e di quelle aziende che aumentano i profitti “sfruttando” i lavoratori e/o i soci di cooperativa (applicando cioè ai lavoratori una paga al di sotto di quella di mercato prevista dai contratti maggiormente rappresentativi), sono adesso arrivate la CGIL e la CISL, siglando un CCNL che prevede trattamenti economici anche al di sotto del già illegittimo CCNL UNCI! Si tratta di un vero e proprio favore alle cooperative e alle aziende, che potranno così continuare ad applicare paghe da fame, traendo un ulteriore e maggiore profitto proprio sulle spalle dei lavoratori.

E' oramai palese la natura anti-sindacale di questi sindacati! Permettono così facendo di continuare lo sfruttamento e l'applicazione di paghe da fame. Fanno un favore alle realtà aziendali che praticano scorretta concorrenza mangiando dalle tasche dei lavoratori, e in più mettono il sigillo di “maggiore rappresentatività” a un contratto che nel trattamento economico risulta, per i livelli d'inserimento (4 euro lordi/ora) persino peggio di quello U.N.C.I dichiarato incostituzionale e illegittimo!

Potranno, grazie a loro, continuare dunque a sorridere, cooperative come la REAR, che fanno il pieno di appalti pubblici e privati, grazie al fatto che pagano i lavoratori il meno possibile. Da oggi potranno farlo anche con un'aura di maggiore “legittimità”, grazie a CGIL e CISL, che sono arrivate laddove la CONFSAL e il suo U.N.C.I non potevano arrivare.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni