CHIAMPARINO VUOL FARE DI GTT UNA "BAD COMPANY"

Torino -

Dopo il fallimento della fusione fra GTT e ATM di Milano il sindaco Chiamparino sta preparando il terreno all'ingresso dei privati nel Gruppo Trasporti Torinesi. Il sistema adottato è quello già sperimentato della “scissione aziendale” in due società: una “bad company” sul modello Alitalia interamente gestita dal Comune, in cui far confluire i passivi di bilancio e il personale esausto; e una società “virtuosa” per gestire i sevizi a valore aggiunto (quelli più appettibili al capitale privato, al quale verrebbero inizialmente trasferite quote azionarie di minoranza) con criteri privatistici. Inutile dire che, come sta già avvenendo a Genova, anche a Torino si aprirebbe un fronte di lotta molto duro per i lavoratori.

Per contrastare questo disegno, che vede coalizzarsi l'amministrazione GTT con la giunta comunale di Torino, stiamo pianificando numerose iniziative per il mese di settembre.

Si preannuncia, quindi, un autunno caldo per il quale chiediamo a tutti il lavoratori di tenersi pronti.

Per ulteriori informazioni è disponibile per il download, al fondo di questa pagina nel formato di Acrobat, un documento esplicativo.

                                                                                                                     

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni