RIVALSA CONTRIBUTIVA: L'INPS CONDANNATA ANCHE IN SECONDO GRADO

Torino -

La Corte d’Appello di Torino ha confermato due precedenti sentenze del Tribunale di Pinerolo in merito a ricorsi opposti da alcuni lavoratori (fra i quali uno in quiescenza) della locale sede INPS contro la rivalsa contributiva trattenuta, dall’Istituto, sulle buste paga e sulle competenze di fine rapporto. Nell’udienza dello scorso 28 gennaio presieduta dalla Dott.ssa Elisabetta Barbero i lavoratori, patrocinati dai nostri legali, hanno ricevuto piena soddisfazione. Per le motivazioni delle sentenza (n. 70 e 71/09) depositate alla Cancelleria della Sez. Lavoro della Corte d’Appello in data 23 marzo 2009, si rimanda ai relativi documenti (dai quali sono stati omessi, per rispetto della privacy, i dati anagrafici dei lavoratori) disponibili per il download, nel formato di Acrobat, dal fondo di questa pagina. All’INPS non resta, ormai, che una strada: la Cassazione, ma i risultati sono tutt’altro che certi.

 

Ricordiamo che, per chi volesse, è ancora possibile effettuare ricorso contro la rivalsa contributiva e che, per gli iscritti alla RdB-CUB, il patrocinio legale (sia nella prima fase del tentativo di conciliazione che per la successiva fase giudiziale) è GRATUITO.

                                                                                                                   

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni