REGGIA DI VENARIA REALE: CONVOCATI I SINDACATI

Torino -

A seguito della nostra richiesta del 21 maggio c. a. La regione Piemonte ha convocato i sindacati a un incontro che si terrà in data odierna, presso la Sala Riunioni di Via Bertola 34, “…per tentare di raggiungere un accordo fra le parti al fine di evitare conseguenze negative sia per i lavoratori che per la funzionalità dei servizi della reggia di Venaria.” .

Ricordiamo che tutto era cominciato, un anno fa, con l’indizione di una gara d’appalto per “l’affidamento dell’organizzazione e della gestione dei servizi di emissione biglietti, gestione cassa, accoglienza al pubblico, presidio degli spazi aperti al pubblico e pulizia locale presso la Reggia e i giardini della Venaria reale”. La suddetta gara era stata vinta dal raggruppamento CODES in associazione con altre imprese, che avevano provveduto alle assunzioni del personale necessario a coprire il servizio. Successivamente la REAR, seconda qualificatasi in graduatoria, ricorreva al TAR, sulla base di presunte irregolarità nell’aggiudicamento dell’appalto. Il TAR riconosceva le ragione della REAR e di conseguenza la stessa, dal prossimo 28 maggio, sarà l’unica titolare della gestione dei servizi suddetti. Purtroppo la REAR applica ai lavoratori un contratto che prevede salari inferiori (di circa il 30%) rispetto al MULTISERVIZIO – sottoscritto nel 2007 da CGIL-CISL e UIL – distribuito su sole tredici mensilità. Si noti che gli stessi sindacati firmatari dell’accordo sembrano disinteressarsi completamente della sorte di circa 170 lavoratori che rischiano di essere licenziati a giorni perché, nel contempo, la REAR pretende di assumere nominativamente. Poiché l’articolo 11 del capitolato speciale d’appalto prevedeva esplicitamente l’applicazione del contratto MULTISERVIZI, questa organizzazione sindacale – nel corso di una riunione di tutte le parti in causa presso la Prefettura (in data 19 maggio 2008) - aveva richiesto una interpretazione autentica dello stesso articolo e aveva proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori. Il successivo 21 maggio la Regione Piemonte comunicava che, a norma del capitolato, le assunzioni dovevano avvenire con l'applicazione del contratto MULTISERVIZI e questa organizzazione sindacale, nel corso di una assemblea bollente tenutasi presso la Reggia di Venaria (l’evento è stato stigmatizzato con dovizia di particolari da numerosi giornali locali) dichiarava, per la giornata di sabato 24 maggio, uno sciopero di 4 ore per turno. 

Le posizione che questo sindacato porterà avanti nella riunione di oggi sono chiare e incontrovertibile:

                                                                                                 

 

  • Assunzione di tutti i lavoratori attualmente in forza;
  • Mantenimento dell’attuale orario di lavoro;
  • Conservazione dei medesimi livelli d’inquadramento senza periodo di prova.

In mancanza di accordo su anche solo uno di questi punti, questa organizzazione sindacale è determinata a confermare lo sciopero indetto per il 24 c. m. al quale invita i lavoratori ad aderire senza riserve.

                                                                                             

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni