L'UNIVERSITA BOCCIA IL DECRETO GELMINI - COMUNICATO STAMPA

Torino -

UNIVERSITA: RDB, RIFORMA DA BOCCIARE. TRASFORMA  IN AZIENDE PRIVATE GLI ATENEI PUBBLICI E PEGGIORA IL PRECARIATO

E la CRUI plaude dimenticando le contestazioni del mondo accademico

Il testo finale della riforma dellUniversità, in corso di approvazione parlamentare, unito alla legge 1/09 che blocca il turn-over del Personale degli Atenei, stabilisce condizioni che determineranno il definitivo smantellamento del sistema universitario pubblico, prevedendo ulteriori tagli ai finanziamenti pubblici degli atenei in rosso, con i conseguenti commissariamenti o le chiusure.

Nel testo resta confermata la svendita della gestione e della mission stessa degli atenei pubblici ai privati, i quali entreranno anche nei Consigli d'Amministrazione, insieme a consulenti “di prestigio, per nomina diretta dei rettori. Questi ultimi avranno la discrezionalità di nominare 4 degli 11 membri del CdA .

I privati potranno addirittura finanziare direttamente gli stipendi di professori a contratto e ricercatori, previsti solo a tempo determinato, con un precariato che si allunga così di altri 6 anni oltre ai 6 anni degli assegni di ricerca.

Il Senato Accademico viene inoltre declassato a mero istituto propositivo sottomesso al CdA, le rappresentanze dei lavoratori vengono espulse dagli organi accademici, quelle degli studenti ridotte al puro “diritto di tribuna.

Parallelamente il Politecnico di Torino ha recentemente deliberato un taglio dellofferta formativa, acquisendo supinamente tali dictat, prevedendo la prossima chiusura di sue sedi decentrate (Vercelli, Mondovì, Alessandria, Verres, Biella) trasformandole in sedi di laboratori, teledidattica e/o Istituti Tecnici Superiori , senza confrontarsi con studenti e Gli Enti locali interessati, impoverendo importanti realtà del territorio piemontese.

RdB P.I. Università rifiuta questa politica fatta di ambiguità e false promesse consapevole che è necessaria la mobilitazione della parte sana della comunità universitaria, per imporre al Parlamento la bocciatura della riforma Gelmini e fermare lo smantellamento dell'Università Pubblica.

Con tali obiettivi anche al Politecnico di Torino, in occasione dellinaugurazione dellanno accademico 2009/10 del che si svolgerà l11 novembre 2009 alle ore 10,30 nella sede di C.so duca degli Abruzzi, 24, RdB/Università manifesterà con Studenti e precari il proprio dissenso, chiedendo al Rettore di ritirare il progetto di offerta formativa 2010/11 così come presentato, pretendendo la sostanziale modifica del DDL GELMINI  e la correzione della legge 1/09.

 

Torino, 10 ottobre 2009

 

Per info

Fragomeni RosAnna 329 4605287

Barisone Paolo 335 7756202

                                                            

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni