DISCUTIAMO I NUMERI COL MINISTRO BRUNETTA

Torino -

La statistica, in quanto scienza, è esatta quanto la matematica, ma può raggiungere risultati paradossali (ricordate il paradosso di Trilussa? Se io mangio un pollo e tu nessuno, abbiamo mangiato mezzo pollo a testa) e L’oggettività dei numeri può, quindi, essere messa in discussione dalla volontà di chi li utilizza. Questo, come dimostrato dalla lettera aperta indirizzata al Ministro Brunetta da Franco Graziani, Antonello Solimeno e Mario Tammaro per il Coordinamento RdB/CUB P.I. - Giustizia (scaricabile, dal fondo di questa pagina, nel formato di Acrobat), è la logica perseguita dai dati forniti dal ministro Brunetta in merito ai livelli stipendiali del pubblico impiego e al tenore di vita che riescono ad assicurare.

 

Dietro i recenti attacchi al pubblico impiego c’è, a nostro avviso, la ricerca di nuovi territori da aprire alla finanza; l’ennesimo tentativo di consegnare al capitale privato pezzi sempre più consistenti e redditizi dello Stato sociale: le pensioni e il patrimonio immobiliare degli enti pubblici; la sanità e l’istruzione…

 

                                    

                                                  

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni