PIEMONTE: PUBBLICA AMMINISTRAZIONE IN EBOLLIZIONE PER IL DL. 112/2008

Torino -

Il neo-licenziato DL 112/2008, con la nuova normativa profondamente discriminatoria nei confronti dei lavoratori pubblici, per la fruizione della malattia e con i previsti tagli delle voci accessorie degli stipendi ha messo in ebollizione i lavoratori del comparto, non solo in Piemonte, ma in tutta Italia.

Molte iniziative sono in atto per impedirne la conversione in legge che – lo ricordiamo – dovrà avvenire entro il 25 agosto 2008: martedì 8 luglio, in concomitanza con le assemblee indette a Roma dalla Federazione Nazionale Rdb-CUB Pubblico Impiego, anche in Piemonte è indetta un’assemblea dei lavoratori del Parastato presso la Federazione regionale di C.so Marconi 34 a Torino. L’assemblea, cui sono invitati tutti i lavoratori della regione durerà l’intera giornata e, dalle 11,30 in poi, si trasferirà sotto la Prefettura per dare maggiore visibilità al malcontento dei lavoratori. Nelle sedi e nelle agenzie territoriali degli Enti interessati (INPS, INAIL, INPDAP e ACI) le RSU e RdB-CUB hanno dichiarato, o stanno dichiarando, lo stato di agitazione del personale (si veda, ad es., il documento della RSU dell’INPS di Torino-nord, scaricabile dal fondo di questa pagina nel formato di Acrobat) ed altre iniziative sono previste anche per il 16 luglio (si veda lo Sciopero di due ore proclamato nelle agenzie fiscali per il quale è disponibile per il download, dal fondo di questa pagina, il volantino nel formato di Acrobat), in vista di un eventuale sciopero generale della Pubblica Amministrazione. Le ragioni del malcontento sono analizzate in dettaglio nel documento “analisi rdb decreto legge 112-1.pdf” disponibile per il download dal fondo di questa pagina insieme al volantino dell'assemblea del Parastato del 8 luglio a Torino.

 

DIFENDI I TUOI DIRITTI: ADERISCI ALLE INIZIATIVE RdB-CUB!

 

                                                                   

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni